Film

12 anni schiavo di Steve McQueen (2013)
Stati Uniti. Negli anni che hanno preceduto la guerra civile americana, Solomon Northup, un nero nato libero nel nord dello stato di New York, viene rapito e venduto come schiavo. Misurandosi tutti i giorni con la più feroce crudeltà, impersonificata dal perfido mercante di schiavi interpretato da Michael Fassbender, ma anche con gesti di inaspettata gentilezza, Solomon si sforza di sopravvivere senza perdere la sua dignità. Nel dodicesimo anno della sua odissea, l’incontro con un abolizionista canadese cambierà per sempre la sua vita. 12 anni schiavo è tratto dall’incredibile storia vera di un uomo e della sua battaglia per la sopravvivenza e la libertà.

La gabbia dorata di Diego Quemada-Díez (2013)
Tre adolescenti guatemaltechi, Juan, Sara e Samuel, cercano di raggiungere gli Stati Uniti d'America per inseguire il sogno di un'altra vita, lontano dalla povertà in cui sono cresciuti. Alla frontiera, dopo il primo scontro con gli agenti, Samuel tornerà a casa, mentre Juan e Sara, cui si è aggiunto Chauk, un indio del Chiapas che non parla lo spagnolo, andranno avanti. Il loro sarà un percorso pieno di insidie, un cammino nella disperazione, contro tutto e tutti.

Miss Violence, di Alexandros Avranas (2013)
Nella famiglia di Angeliki tutto sembra andare per il verso migliore se non fosse che la bambina, il giorno del suo 11esimo compleanno, a sorpresa si suicida buttandosi dalla finestra. Lo smarrimento che segue è inusualmente cauto, l'annuncio di una serie di altre stranezze che lentamente riveleranno l'inferno familiare vissuto dalla bambina e che ora vivono gli altri membri della famiglia. Il massimo della pulizia del perbenismo borghese che il patriarca mantiene infatti è solo una patina.

La prima neve, di Andrea Segre (2013)
La prima neve è quella che tutti in valle aspettano. È quella che trasforma i colori, le forme, i contorni. Dani però non ha mai visto la neve. Dani è nato in Togo, ed è arrivato in Italia in fuga dalla guerra in Libia. È ospite di una casa accoglienza a Pergine, paesino nelle montagne del Trentino, ai piedi della Val dei Mocheni.

Educazione siberiana, di Gabriele Salvatores (2013)
Oltre il fiume Nistro' vive una comunità singolare che educa i propri figli al crimine. Onesti con i più deboli e feroci con esercito e polizia, i siberiani pregano dio e impugnano armi, predicando una violenza regolata da prescrizioni. Il crollo del Muro e del regime sovietico altera gli equilibri del loro mondo, corrotto rapidamente dall'aria dell'Ovest. Nel passaggio epocale che confronta e poi scontra la Tradizione col cambiamento nascono e crescono Kolima e Gagarin...

NO - I giorni dell'arcobaleno di Pablo Larraín (2012)
Nel 1988, il dittatore militare cileno Augusto Pinochet, a causa della pressione internazionale, e' costretto a indire un referendum allo scopo di rimanere alla guida del paese. Il popolo dovra' decidere se far restare Pinochet al potere per altri otto anni. I leader dell'opposizione convincono un giovane e audace pubblicitario, di nome René Saavedra, a condurre la campagna per il NO. Con pochi mezzi a disposizione e sotto il controllo costante del dittatore, Saavedra e il suo team concepiranno un ambizioso progetto per vincere le elezioni e liberare il paese dall'oppressione.

Come pietra paziente, di Atiq Rahimi (2012)
Afghanistan. Una giovane donna con due figlie in tenera età assiste in una misera abitazione il marito mujaeddhin, in coma in seguito a uno scontro con un compagno d'armi. La donna deve combattere con la mancanza di denaro e per questo allontana da casa le bambine affidandole a una zia che gestisce una casa di piacere. Da quel momento si sente ancora più libera di confidare al coniuge segreti inconfessabili in precedenza. Quando poi una novità irromperà nella sua vita finirà con il trovare tutto il coraggio.

Ali' ha gli occhi azzurri di Claudio Giovannesi (2012)
Nader ha sedici anni e una fidanzata italiana invisa ai genitori e alla legge islamica. Ma a lui, figlio della seconda generazione, non importa niente delle 'tradizioni', delle proibizioni, delle preghiere in Moschea, quello che desidera veramente lo prende subito, rapinando una drogheria, accoltellando un coetaneo, comprando una fedina e giurando eterno amore sulle note di Gigi d'Alessio.

Buon anno Sarajevo di Aida Begic (2012)
Rahima vive a Sarajevo con il fratello minore Nedim. Sono entrambi orfani e sotto osservazione da parte dei servizi sociali. Rahima lavora, senza una paga regolare, come cuoca in un ristorante. Il fratello e' vittima del bullismo di un gruppo di studenti che ruota intorno al figlio di un ministro. La sorella, di recente convertitasi all'islamismo osservante, teme per la sua sorte soprattutto dopo la scoperta del coinvolgimento di Nedim nel contrabbando di armi.

La Zona di Rodrigo Plá (2007)
Un muro alto e impraticabile separa la Zona, un quartiere residenziale e abbiente di Città del Messico, da un mondo di baracche e di miseria. Un temporale e il crollo di un cartellone pubblicitario provocano una breccia in quel muro, dove si infilano tre adolescenti delle favelas in cerca di denaro e di fortuna. Ma il destino decide altrimenti e tragicamente...

Cose di questo mondo di M. Winterbottom (2002)
Da un campo profughi in Pakistan verso la Gran Bretagna, la fuga di due adolescenti afgani alla ricerca di una speranza.

Workingman's death di M. Glawogger (2005)
6 ritratti estremi e sconvolgenti del lavoro nel XXI secolo, segnaliamo in particolare il primo episodio dei minatori ucraini nelle miniere clandestine di carbone nel ricordo di Stakanov e gli smontatori di petroliere in una spiaggia desertica del Pakistan.

Lilja 4-ever di L. Moodysson (2002)
Lilja, adolescente ucraina, abbandonata dalla madre emigrata all'estero alla ricerca di un lavoro...

Gadjo Dilo (Lo straniero pazzo) di T. Gatlif (1997)
Un girovago francese si risveglia 'straniero' in un villaggio Rom...

Aguirre, furore di dio di W. Herzog (1972)
XVI secolo: la leggendaria spedizione di Don Pedro de Ursúa e Lope de Aguirre alla ricerca de El Dorado...

Memoria del saccheggio di Fernando "Pino" Solanas (2004)
Fernando Solanas mostra come l'Argentina sia giunta alle condizioni economiche disastrose in cui versa attualmente. Punta il dito contro il liberismo sfrenato e la globalizzazione.

Il Brasile di Enrico

Il 2 Maggio 2011 è stato trasmesso un video intitolato:"IL BRASILE DI ENRICO" aggiunto sul sito Internet della Cisl di Bologna,
http:/tv.cisl.it
Servizio trasmesso a TGR Rai 3 su proiezione documentario "Il Brasile di Enrico". Serata organizzata da CISL Bologna e ISCOS E.R

Guarda il video

ISCOS EMILIA ROMAGNA ONLUS - ISTITUTO SINDACALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO
40121 Bologna - Via Milazzo, 16 - Tel. 051.256842 - 051.256853 - Fax 051.4210320 - C.F. 92025940377